20.05.2016
evento

Notte bianca
Muri Confini Limiti

Ateneo

Notte Bianca 2015

 

3 giugno 2016
NOTTE BIANCA 2016
Programma della manifestazione


Cerimonia di apertura

Aula Magna dell’Università. 
Ore 15.00 Introduce il Magnifico Rettore Corrado Petrocelli. 
Intervento del Segretario di Stato all’Istruzione, Cultura e Università Giuseppe Maria Morganti

Lectio brevis 

Aula Magna dell’Università
Dalle 15.30 alle 16.30

Disegnare il mondo. Dalla mappa del tesoro a Google Maps
Gianni Sinni, Corso di laurea in Design 

La capacità umana di rappresentare graficamente il mondo ha preceduto l'utilizzo degli alfabeti e la mappa è stata la prima tecnica di visualizzazione grafica dell'informazione. Generalmente associata a un’idea di oggettiva rappresentazione della realtà geografica, la mappa è piuttosto un racconto di ciò che siamo capaci di vedere, delle nostre consuetudini e dei nostri linguaggi. Non più limitato da questioni strategico-militari, l’accesso generalizzato alle informazioni geografiche costituisce oggi un’imponente base di dati per una nuova e peculiare forma di comunicazione visiva. 

Oltre Confine: passato e presente
Luca Gorgolini e Patrizia Di Luca, Centro Studi sull’Emigrazione

Obbiettivo della breve comunicazione è la ricostruzione, in senso diacronico, delle cause e delle traiettorie che hanno riguardato i maggiori movimenti migratori registrati nel corso dell’età contemporanea: dalle migrazioni tradizionali dettate da ragioni economiche alle migrazione forzate che hanno principalmente coinvolto popolazioni in fuga dalla guerra. Muovendo dal caso sammarinese, per poi allargare l’analisi alla dimensione globale, verrà affrontato il tema dei flussi migratori che hanno segnato la storia del XX secolo e stanno condizionando il periodo attuale mettendo in discussione assetti demografici e rapporti diplomatici e politici interni al contesto europeo. 

Superando i confini: i muri dell’Alhambra a Granada
Chiara Giacomoni e Marta Venturini, Corso di laurea in Ingegneria Civile

L’origine della tassellazione del piano è nell’antichità, quando l’uomo iniziava ad avere la necessità di delineare i confini delle proprie terre. Dal concetto di limite/confine fino agli schemi astratti nelle opere artistiche (vedi ad esempio i mosaici nel mondo arabo nati dalla stretta osservanza del Corano). I muri dell’Alhambra a Granada, ricoperti di piastrellature danno l’impressione di estendersi all’infinito, superando i confini del palazzo. Decorazioni murarie in ceramica, in cui si replicano forme astratte in disposizioni simmetriche. Le tassellature nel costruito sono da sempre un modo di unire estetica, eleganza e semplicità e di trasformare l’ingegneria e l’architettura in opera d’arte. 

Limiti e performance dei servizi sanitari
Pietro Renzi, Alberto Franci, Corso di laurea in Ingegneria Gestionale

La valutazione della performance è un tema ricorrente nella vita quotidiana delle imprese. In particolare questa assume particolare rilevanza nella gestione dei servizi sanitari, dove si è passati gradualmente da una logica di mezzi a una logica di risultati. Durante la conferenza verranno presentati alcuni risultati di una ricerca in fieri ottenuti applicando il modello EGIPSS sull’area vasta della provincia di Pesaro-Urbino.

I limiti della longevità
Giancarlo Ghironzi, Master di secondo livello in Medicina Geriatrica 

Il tema fondamentale del Master in Medicina Geriatrica è lo studio del processo di invecchiamento: negli ultimi decenni si sono realizzati notevoli progressi per la conoscenze di un fenomeno biologico che ha multiple e complesse articolazioni e portano al declino graduale dell’individuo e della conclusione della vita. La popolazione invecchia per due motivi congiunti: l’allungamento dell’aspettanza di vita e la contemporanea diminuzione delle nascite. L’aspettanza di vita non è la longevità, la longevità è il limite massimo di tempo che può raggiungere una specie. L’uomo può allungare questo traguardo della longevità? 

Installazioni, mostre, performance e seminari

Dalle ore 16.30 alle 24.00

Muri, confini e limiti

Luciano Canfora, Giulietto Chiesa, Angelo Panebianco
Tavola rotonda, modera Carlo Romeo, San Marino RTV
Aula Magna dell'Università, ore 18.30 

Concerto d'archi sul Pianello al calar del sole

Istituto Musicale Sammarinese
Piazza della Libertà, ore 20.30 

“Terra di San Marino” in un piatto
Creazione gastronomica con vino abbinato Prodotti delle cooperative agricole sammarinesi 
A cura dello chef Luigi Sartini
Osteria la Taverna dalle 19
Degustazione a pagamento 

Muri, geometrie e aperture.

Video mapping sul Palazzo Pubblico
A cura di Ra aele Cafarelli e Michele Zannoni. Corsi di Laurea in Design
Ore 21.30 

Audio/visual live & dj set

Con Moho Club Discontinuo
Giardini dell’Antico Monastero Santa Chiara Dalle ore 22.30

INSTALLAZIONI, MOSTRE, PERFORMANCE E SEMINARI

Antico Monastero Santa Chiara

Dalle ore 16.30

Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali
Retrospettiva sul Confine
A cura di Pier Paolo Coro e Michele Chiaruzzi 
Aula F

Un’installazione di quattro video proiezioni e una scultura sonora realizzati tra il 1999 e il 2014 che ripercorrono la riflessione sul Confine e i confini delle identità elaborata nel Progetto Sanmarinosarajevo promosso dall’Ufficio Attività Sociali e Culturali di San Marino. Filo conduttore del percorso installativo è la relazione tra molteplici aspetti legati al tema del confine, a partire da quello sammarinese, e ai confini delle identità. Un percorso segnato da opere video, documentazione e narrazioni legate alla complessità sociale tra alterità e diversità, alle geografie come spazio di un territorio umano diviso e condiviso, ma anche dalla metafora del confine immateriale del tempo scandito dal ritmo del suono nello spazio.

Corso di laurea in Ingegneria Gestionale
Urban Security e sicurezza stradale
A cura di Pietro Renzi e AlphaLabs
Quarta celletta

Postazione dimostrativa di soluzioni di “Sicurezza stradale” e applicazioni in ottica Smartcities rivolte al controllo del Territorio e alla Urban Security. Esempio adottato: Sistema di illuminazione stradale adattiva. Oostazione dimostrativa in grado di evidenziare ed esemplificare attraverso proiezione di filmati e studi progettuali le soluzioni di AlphaLabs in funzione della sicurezza stradale, della mobilità urbana, della sostenibilità, nella visione strategica e caratterizzante della Urban Security distribuita sul territorio, a tutela e monitoraggio continuativo del centro abitato e delle Persone.

Corsi di laurea in Design
Goodbye BLU
A cura degli studenti del Corso di laurea Magistrale in Design e Federico Bondi 
Aula G

Dipartimento di Storia, Cultura e Storia Sammarinesi
I limiti sismici delle torri della Repubblica di San Marino
Seminario a cura di Davide Forcellini con Giacomo Peruzzi e Dario Albarello 
Aula B

Il seminario verterà sulla presentazione del lavoro svolto a San Marino in collaborazione con il docente Dario Albarello e il dottorando Giacomo Peruzzi della Università di Siena. Tramite utilizzo di nuove tecnologie, i ricercatori hanno effettuato misure velocimetriche di vibrazioni ambientali sulle tre torri del centro storico di San Marino (Guaita, Cesta e Montale) e sul Palazzo Pubblico. Queste misure possono fornire vincoli utili per lo sviluppo di modelli numerici atti alla caratterizzazione del comportamento dinamico dei manufatti d’interesse storico e artistico sotto l’azione del carico sismico. Intervento a cura di Giacomo Peruzzi e Dario Albarello.

Istituto Confucio
Viaggio nella cultura cinese. Calligrafia, papercutting, pittura, canti e danze tradizionali, dimostrazioni di trattamenti di medicina tradizionale cinese, cerimonia del tè 
Aula A

Biblioteca dell’Università
Dai Confini dei “Luoghi dell’Anima”
A cura di Gabriella Lorenzi e Luca Morganti
Aula Magna dell’Università

Le biblioteche sembrano ormai luoghi di confine o, meglio, luoghi confinati ai margini della Nervenleben della post-metropoli contemporanea. Eppure è proprio da questi confini che oggi può liberarsi una voce resistente che sappia rendersi alternativa ai “luoghi del consumo” sostituendoli con quelli dell’anima, così come un tempo venivano pensate le biblioteche. Ma è un’anima nel senso greco del termine, una psyche quanto mai affine alle idee: un concetto che attraversa indenne la storia del cristianesimo per ritrovarsi, nella nostra modesta proposta, nel luogo per eccellenza della mediazione trascendentale (la Chiesa come luogo del limite) anche se in una declinazione secolarizzata del sapere. Un attraversamento sul limite tra chiesa e biblioteca è quello che propone la realizzazione, presso l’ex chiesetta del Convento di Santa Chiara, di un nuovo spazio per lo studio e per lo svolgimento delle lezioni attraverso un’installazione di arredi mobili autoportanti dalla duplice funzione di contenimento dei libri da un lato (la biblioteca), e di proiezione multimediale e postazione di lettura dall’altro (la sala lettura).

Prima torre

Dalle ore 16.00

Dipartimento di Scienze Umane
Le pietre ci parlano. Visita guidata e lettura delle strutture murarie della Guaita
Con Gianluca Bottazzi archeologo
A cura di Paola Bigi e Juan Carlos Ceci
In collaborazione con la sezione archeologica degli Istituti Culturali 

L'archeologia dell’edilizia storica (analisi archeologica delle strutture in alzato) è un campo di ricerca della moderna ricerca archeologica che si è affiancato all'esplorazione del territorio e alle indagini di scavo. Per San Marino, in particolare, la storia raccontata dalle murature è storia di persone, di famiglie, dell’impegno di una comunità che su un monte roccioso ha costruito, formando e confermando la propria Storia. Quel monte, quelle pietre e quelle storie sono oggi patrimonio mondiale dell’Umanità UNESCO e attraverso la condivisione del metodo di lettura e di analisi si può avviare un racconto che costituisca un solido ponte con i secoli passati. La visita guidata, della durata di un’ora circa, sarà dedicata alla più importante fortificazione del Monte Titano, la Prima Torre o Guaita che conserva ancora l’impianto architettonico e molti elementi strutturali originari. Il percorso di visita, ideato e condotto dal Prof. Bottazzi, sarà affiancato da una attività didattica rivolta alle bambine e bambini partecipanti (fascia di età 7 – 10 anni), ideata e condotta dalla dott.ssa Paola Bigi e dal dott. Juan Carlos Ceci in collaborazione con la sezione archeologica degli Istituti Culturali. 

Museo dell’emigrante

Dalle ore 16.30

Oltre confine
Video installazione sull’esperienza migratoria sammarinese
A cura di Patrizia Di Luca e Luca Gorgolini 

Palazzo Graziani

Dipartimento di Scienze Umane
Superare il confine
La Follia – Martina Grossi voce,
Anselmo Pelliccioni violoncello
Ore 18.00 


Nel paese dei sogni
Gruppo Teatro Scuola Secondaria Superiore
Ore 20.00 

Azione teatrale a cura del Gruppo di Teatro della Scuola Secondaria Superiore, coordinato e diretto dal Prof. Alan Scarpellini. Un opera nata a partire dagli studenti, che hanno voluto mettere in scena idee, suggestioni e testi su temi come i sogni, le singolarità e le diversità, il rapporto con la società, il conformismo, la follia. 

A cura di Maddalena Lonfernini 

Cava dei Balestrieri

Dalle ore 20.00

Corso di laurea in Ingegneria Civile
La parete rocciosa come muro naturale
Palestra di arrampicata sportiva
con il Club Alpino San Marino
Dalle ore 20.00 

La parete rocciosa vista come muro naturale, come limite per l’attività antropica ma anche come elemento di fascino per l’umanità fin dai tempi preistorici (l’uomo inizia a comunicare su pareti rocciose) e come elemento naturale dove testare e mettere alla prova le proprie capacità/limiti. Obiettivo dell’iniziativa è creare un momento di incontro coinvolgente, che faccia sentire protagonisti attivi coloro che si cimenteranno nella scalata della parete. L’evento vuol dare in primis l’opportunità di sperimentare emozioni forti legate alle sensazioni primarie quali il peso, la forza sulle braccia e sulle gambe, la tensione per restare attaccati alla parete o la distensione in discesa con la corda. L’evento sarà anche occasione per veicolare alcune informazioni di tipo geologico-tecnico sull’origine e la natura delle rocce locali. Tra gli istruttori è prevista la presenza di Ingegneri Civili esperti in arrampicata. 

Muro, palcoscenico verticale
Esibizione di danza aerea, compagnia VisionAria
Dalle ore 22.30 

Il muro diventa spunto per una ricerca artistica. Un elemento verticale lungo la quale si sviluppa un linguaggio del corpo anticonvenzionale. Si propone un’esibizione di danza verticale che, a differenza della danza aerea più libera e sospesa nello spazio, utilizza come scenario una parete o la facciata di un edificio. La danza verticale è una pratica artistica ibrida che può essere eseguita su diversi tipi di superfici e rappresenta un insieme di danza e tecniche d'arrampicata su roccia. La superficie verticale diventa il "piano" sul quale danzare, modificando così i parametri del normale assetto corporeo e creando differenti modalità di movimento. L’utilizzo dello spazio aereo e di una superficie verticale produce una diversa visione delle cose, un cambio di prospettiva che porta l’osservatore ad emozionarsi e a sognare. Il pubblico può assiste alla performance non solo dal basso. 

Uno sguardo dall’alto
Droni: dall’immagine alla rappresentazione 3D nei rilievi architettonici
A cura di Marco Dubbini
In collaborazione con la Protezione Civile della Repubblica di San Marino
 
 
A cura di Francesca Dezi 

Terrazza della funivia

Dalle ore 21.30

Dipartimento di Scienze Umane
Oltre i confini del cielo
Osservazione telescopica guidata
A cura di Maurizio Burgagni e Astrofili dell’osservatorio Monte San Lorenzo

Museo di Stato

Antonio Orafo da San Marino
Mostra dedicata
In collaborazione con il Corso di laurea in Design