"La Dislessia evolutiva vent'anni dopo"

San Marino, 17-18 settembre 2010 

Vent’anni fa la presentazione del primo Convegno conteneva tre domande:

Quale validità hanno le previsioni fatte in età prescolare?
Quali sono le possibilità di intervento e quali gli strumenti?
Quali sono le possibilità di recupero e quali gli strumenti?

I vent’anni trascorsi hanno visto il moltiplicarsi di vicende, di esperienze cliniche e scolastiche che hanno cambiato il nostro modo di considerare la Dislessia e i Disturbi di Apprendimento.
Nel frattempo l’Associazione Italiana Dislessia con la sua pressione ha contribuito ad influenzare in modo decisivo anche l’opinione pubblica e la cultura degli insegnanti e dei clinici.
La Consensus Conference, conclusasi nel 2007, testimonia come ai disturbi neuropsicologici sia oggi riconosciuto uno status clinico definito e uno standard diagnostico e riabilitativo che è molto importante per l’identificazione e il recupero di questi problemi.

Con questo Convegno, ci chiediamo: 
Queste domande hanno ancora senso? 
Le risposte di oggi sono le stesse di venti anni fa?

Il 17 e 18 settembre 2010 i più autorevoli studiosi discuteranno di questi temi, indicando anche le nuove prospettive cliniche, applicative e di ricerca per il prossimo decennio.

Coordinatore Scientifico: Giacomo Stella

Locandina Convegno Dislessia 2010

Depliant Convegno Dislessia 2010

Zoccolotti 2010

Tressoldi 2010

Staffa 2010

Scorza 2010

Cardano 2010

Gruppo Erickson 2010

Valsecchi Pope 2010

"Imparare: questo e' il problema: Dislessia e Scuola"

 

IX Convegno Internazionale
San Marino, 19-20 Settembre 2008

"Imparare: questo e' il problema". Sistemi ortografici e dislessia. Cause e/o effetto?

 

VIII° Convegno Internazionale
San Marino, 15-16 setttembre 2006

“La ricerca in questi anni ha messo in evidenza la specificità che il disturbo di lettura assume nei diversi sistemi ortografici. Le ricerche comparative, condotte in Europa, hanno mostrato che i bambini imparano a leggere molto più rapidamente se i sistemi ortografici sono regolari e trasparenti, mentre hanno bisogno di tempi più lunghi per i sistemi ortografici più irregolari.

Queste evidenze tuttavia non hanno ancora prodotto cambiamenti culturali, nè in ambito clinico, nè tanto meno in quello pedagogico e didattico.

I modelli esplicativi in ambito clinico continuano ad essere influenzati dal modello anglofono del doppio accesso e, in ambito scolastico, nessuna revisione è avvenuta nel dibattito sull'insegnamento della letto-scrittura.

La situazione per i bambini con Dsa si è anzi aggravata con l'introduzione obbligatoria, fin dalla scuola primaria, della lingua inglese.

Il Convegno "Imparare: questo è il problema" ha già affrontato questi problemi nella sua VI edizione, tuttavia, ci sembra importante riproporre il tema con maggiore forza, alla luce degli ulteriori contributi apportati dalla ricerca in questi ultimi quattro anni.”
 
 
 
 
 
 
 

sotto l’Alto Patrocinio della
Logo Reggenza

con il Patrocinio di

Logo Segreteria di Stato  Istruzione e Cultura

Logo Segreteria di Stato Sanità e Sicurezza Sociale
 
Dipartimento di Scienze dell'Uomo_UniRsm


in collaborazione con

   

organizza

 

Convegno Dislessia 2014

XII Convegno sulla Dislessia

Imparare: Questo è il problema

Imparare può essere difficile ma la scuola aiuta o frena?

19 -20 settembre 2014


 
Centro Congressi Kursaal
V.le J.F.Kennedy, 17
47890 Repubblica di San Marino
 
Programma
 

SPECIALE TV

 

IMPARARE, QUESTO È IL PROBLEMA. IMPARARE PUÒ ESSERE DIFFICILE, MA LA SCUOLA AIUTA O FRENA?

San Marino, 19-20 settembre 2014

(ENGLISH VERSION)


L’impatto della legge 170 per la tutela scolastica degli studenti con DSA nella scuola è stato ed è ancora molto forte. Ci sono risposte positive con cambiamenti della didattica , ma prevalgono risposte di chiusura burocratica per cui scolari e studenti con DSA incontrano molte difficoltà a trovare risposte positive. Il riconoscimento di diritti che la legge ha previsto per favorire il successo formativo viene usato spesso per marginalizzare i ragazzi, per costruire un percorso compassionevole,  rinunciatario, o addirittura punitivo, che umilia la loro intelligenza sia cognitiva che emotiva. Il voto sufficiente che viene concesso  contiene in realtà un messaggio di inadeguatezza senza appello, di rifiuto di considerare le differenze di apprendimento come valore e potenzialità.

La scuola, nonostante la 170 è ancora un fattore di rischio per i ragazzi con DSA.

In questo convegno presentiamo esperienze di Scuola Amica, per mostrare che è possibile costruire comunità di apprendimento in cui ognuno trova il suo posto senza rinunciare o mettersi ai margini. Apprendere  è crescere, e dunque è un diritto di tutti.

 

Programma

 

Depliant/ Brochure evento

Locandina A4_facciata singola_6pag

Locandina A4_2 facciate_4 pag 

Imparare può essere difficile ma la scuola aiuta o frena?

Learning can be difficult, but the school helps or hampers?

19 -20 settembre 2014

19 SETTEMBRE 2014 - AM

chair: G. Stella

9,00   / Saluti delle autorità

9,30   / Annette Karmiloff-Smith Birkbeck University London - Come vengono acquisite le abilità e il loro rapporto con i concetti

10,30 / Coffee break

11,00 / Pol Ghesquière University of Louvain (Belgium) - L’instabilità delle rappresentazioni fonetico-fonologiche: come influenzano linguaggio e apprendimento

11,45 / Giacomo Stella Università di Modena e Reggio Emilia - Il modello della Ridescrizione Rappresentazionale nella comprensione dei Disturbi Specifici di Apprendimento

12,30 / Paolo Onorati Università La Sapienza Roma - Plasticità neuronale tra miti e leggende

13.15 / Pausa pranzo
 

19 SETTEMBRE 2014 - PM / I TRATTAMENTI DELLA DISLESSIA

14,30 / Francesco Benso - Introduce e coordina il Workshop                             

15,00 / Angela Fawcett University of Swansea (UK) - Il deficit procedurale è rieducabile?

15,30 / Luisa Lopez e Elena Flaugnacco Università Roma 2 e Centro per la salute del bambino Trieste - Efficacia della musica come strumento riabilitativo della dislessia: il progetto ReMus

16,00 / Concetto Campo Centro Tomatis Verona - Il Metodo Tomatis

16,30 / Gioacchino Aiello, Silvia Merati, Giulia Toti, Iacopo Aiello - Limiti e vantaggi della riabilitazione cognitiva via web: un’esperienza tutta italiana

17,00 / Chiara Pecini I.R.C.C.S. Stella Maris Università di Pisa - Il disturbo di automatizzazione della lettura. Si può trattare?

17,30 / Alberto Bonfè, Maria Rita Michelotti, Vilma Pasolini, Riccardo VenturiniClaudia Volpinari Servizio Minori San Marino -  Scoprirsi con un DSA in prima elementare e in prima media, un confronto fra due mondi!


20 SETTEMBRE 2014 - AM / COSA PUO’ FARE LA SCUOLA?

Caldin Università di Bologna - Introduce e coordina

9,00   / Franco Botticelli  - Il progetto Dislexia Quality Mark per cambiare scuola

9,30   / Enrico Ghidoni Ospedale S. Maria Nuova, Reggio Emilia - I DSA: La situazione nella scuola in Italia e in Europa

10,00 / Cristiano Termine - Le misure e gli strumenti del PDP non funzionano... sarà davvero un DSA?                       

10,30 / Marco Orsi Lucca - Il progetto  “a scuola senza zaino”

11,00 / Coffee break

11,30 / Claudio Marchesano L.I.S. Federico Caffè Roma - Matematic...a rovescio

11,55 / Daniela Gallo e Chiara Tintoni - Il bambino con DSA in classe: che fare?

12,20 / Mario Menghi e Cristina Giacomini Scuola Media Bertola, Rimini - Come si può allestire un Doposcuola per gli alunni con DSA

12,45 / Luciana Ventriglia - La didattica inutile

13,15 / Pausa pranzo

13,30 / Sessione Straordinaria- il TECNICO DELL’APPRENDIMENTO: una “nuova” figura professionale


20 SETTEMBRE 2014 - PM / L’IDENTIFICAZIONE PRECOCE DELLA DISLESSIA

14,30 / Maria Tallandini Università di Trieste - Introduce e coordina il Workshop

15,00 / Roberta Penge Università La Sapienza Roma - Il progetto “Non è mai troppo presto”

15,30 / Maristella Scorza Università di Modena e Reggio Emilia - Le prove Spillo Mate

16,00 / Barbara Fioravanti, Stefano Franceschi, Enrico Savelli Centro CentralMente e AUSL Rimini - Il test Speed

16,30 / Roberta Caldin Università di Bologna - Lezione Magistrale: Poter giocare a dama in un mondo di scacchisti: la sfida dell’educazione

17,00 / Chiusura lavori


Sessione Poster

Saranno organizzate alcune sessioni per i poster. I partecipanti che volessero presentare poster sono pregati di comunicarlo entro e non oltre il 31 AGOSTO 2014 a: lberto.bonfe@iss.sm‎a‎ / tel. 0549.883398


Sede del Convegno

Centro Congressi Kursaal
V.le J.F.Kennedy, 17
47890 Repubblica di San Marino
(Parcheggio n° 3)
Tel. 0549 888040

Sito web: www.visitsanmarino.com

Relatori

Relatori

Atti del convegno

speciale TV

 

Di seguito l’elenco dei materiali presentati al Convegno “Imparare: questo è il problema”.

 

19 Settembre 2014 - AM

Giacomo Stella Università di Modena e Reggio Emilia - Il modello della Ridescrizione Rappresentazionale nella comprensione dei Disturbi Specifici di Apprendimento

 

19 Settembre 2014 - PM

Francesco Benso Università di Genova - SISTEMA ATTENTIVO ESECUTIVO E APPRENDIMENTI: modelli e interventi integrati

Gioacchino Aiello, Silvia Merati, Giulia Toti, Iacopo Aiello - Limiti e vantaggi della riabilitazione cognitiva via web: un’esperienza tutta italiana

Alberto Bonfè, Maria Rita Michelotti, Vilma Pasolini, Riccardo Venturini, Claudia Volpinari Servizio Minori San Marino -  Scoprirsi con un DSA in prima elementare e in prima media, un confronto fra due mondi!


20 Settembre 2014 - AM

Claudio Marchesano L.I.S. Federico Caffè Roma - Matematic...a rovescio

Daniela Gallo e Chiara Tintoni - Il bambino con DSA in classe: che fare?

Mario Menghi e Cristina Giacomini Scuola Media Bertola, Rimini - Come si può allestire un Doposcuola per gli alunni con DSA

Luciana Ventriglia Associazione Italiana Dislessia - La didattica inutile

 

20 Settembre 2014 - PM

Maria Tallandini Università di Trieste, Dipartimento di Psicologia - Disegnare, rappresentare, costruire. Si puo’ prevedere quanto accadra’ nel corso dello sviluppo?

Barbara Fioravanti, Stefano Franceschi, Enrico Savelli Centro CentralMente e AUSL Rimini - Il test Speed

Roberta Caldin Università di Bologna - Lezione Magistrale: Poter giocare a dama in un mondo di scacchisti: la sfida dell’educazione

 

Fotogallery

La fatica di apprendere link