EDA Associazioni Europee Dislessia

The main aim of European Dyslexia Association (EDA) is to inform people, politicians, policy makers, trade and commerce unions and pressure groups in Europe about the necessity of supporting those who are dyslexic or DYS in a positive way, in order to avoid negative consequences caused by inappropriate education and training, low self-esteem and under-achievement which may lead to social exclusion.

It provides a platform for the most recent scientific findings in this area, best-practice interventions in the field of education and extra-curricular advancement as well as the advancement of affected individuals from all parts of the European Union.

Imparare: questo è il problema


L’impatto della legge 170 per la tutela scolastica degli studenti con DSA nella scuola è stato ed è ancora molto forte. Ci sono risposte positive con cambiamenti della didattica , ma prevalgono risposte di chiusura burocratica per cui scolari e studenti con DSA incontrano molte difficoltà a trovare risposte positive. Il riconoscimento di diritti che la legge ha previsto per favorire il successo formativo viene usato spesso per marginalizzare i ragazzi, per costruire un percorso compassionevole,  rinunciatario, o addirittura punitivo, che umilia la loro intelligenza sia cognitiva che emotiva. Il voto sufficiente che viene concesso  contiene in realtà un messaggio di inadeguatezza senza appello, di rifiuto di considerare le differenze di apprendimento come valore e potenzialità.

La scuola, nonostante la 170 è ancora un fattore di rischio per i ragazzi con DSA.

In questo convegno presentiamo esperienze di Scuola Amica, per mostrare che è possibile costruire comunità di apprendimento in cui ognuno trova il suo posto senza rinunciare o mettersi ai margini. Apprendere  è crescere, e dunque è un diritto di tutti.