20.04.2017
notizia

Nuovi corsi di lingua cinese per gli studenti di Ingegneria Civile e Gestionale dell'Università di San Marino

Laurea in Ingegneria gestionale

L'iniziativa è curata dall'Istituto Confucio: “È la base per tessere rapporti commerciali e lavorativi con l'Oriente”

Giovedì 27 aprile verrà inaugurato un nuovo corso di lingua cinese rivolto agli studenti di Ingegneria Civile e Ingegneria Gestionale dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Per l’appuntamento, in programma alle ore 13 nella sede universitaria di via Salita alla Rocca 44, nel centro storico del Titano, sono stati invitati il direttore generale dell’Ateneo, Isabella Bizzocchi, le direttrici dell’Istituto Confucio San Marino, Katia Sciarrino e Jun Zhao, il Segretario di Stato all’Istruzione, Marco Podeschi, e il direttore del Corso di Laurea in Ingegneria Civile, Angelo Marcello Tarantino.

Il corso, in calendario fino al 1° giugno, prevede due incontri settimanali in programma il martedì e il giovedì, dalle ore 13 alle 14. A organizzarlo è l'Istituto Confucio San Marino, ente ufficiale per l’insegnamento della lingua cinese sul Titano, che fornirà il materiale didattico e metterà a disposizione una docente madrelingua: “Imparare la lingua cinese è la base per tessere rapporti commerciali e lavorativi fra la Cina e la nostra realtà, e diventa quindi utile per chi studia a livello universitario”, spiega Sciarrino. “In Cina molti studenti studiano l'italiano soprattutto in relazione al mondo della moda, del design e della creatività. Questo apre nuovi fronti di scambio con l’Oriente e pone la necessità di nuove figure professionali specializzate in questo settore”.

Dall’Istituto Confucio interviene anche Jun Zhao, responsabile della didattica del corso, pronta a definire “la conoscenza della lingua fondamentale, insieme alle competenze tecniche-commerciali e giuridiche, per creare nuove aperture nelle piazze dei mercati internazionali. In questo senso — afferma — l'Università assume un ruolo strategico per una formazione che guarda al futuro”. Il progetto assume particolare rilevanza alla luce delle relazioni fra il Corso di Laurea in Ingegneria Civile e l’Università di Fuzhou, in Cina, dove alcuni studenti hanno recentemente lavorato su tesi di carattere sperimentale. Con questa iniziativa l’Ateneo sammarinese implementa inoltre i servizi offerti agli studenti grazie a un programma, attualmente in fase sperimentale, che in futuro potrebbe diventare parte del curriculum formativo dei suoi Corsi di Laurea.

Oltre alla diffusione e promozione della lingua e della cultura cinese, l’Istituto Confucio San Marino organizza incontri e seminari con esperti del mondo cinese, eventi e manifestazioni.