09.05.2016
evento

Da università e scuola media inferiore una serata sui giovani e l'uso consapevole dei social network

Tecniche per la rieducazione dei Disturbi Specifici di Apprendimento

Lunedì 9 maggio alle ore 21, a Fonte dell'Ovo, accademici ed esperti a confronto sul tema

Quali sono le abitudini e i costumi della vita virtuale degli studenti nella fascia d'età che va dagli 11 ai 14 anni? Cosa possono fare adulti, genitori e insegnanti per accompagnare i minori all'interno di questo mondo? Come orientare gli adolescenti a un uso consapevole delle nuove tecnologie? Sono alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere durante la tavola rotonda "Educazione all'uso consapevole dei social network", promossa dalla Scuola Media Inferiore del Titano in collaborazione con l'Osservatorio Giovani del Dipartimento di Scienze Umane dell'Università degli Studi della Repubblica di San Marino, nell'ambito del progetto interdisciplinare "#6connesso???", rivolto all'educazione e all'uso consapevole dei social network.

L’appuntamento è alle ore 21 di lunedì 9 maggio nell’Aula Magna della Scuola Media Inferiore di Fonte dell’Ovo, dove Gilda Casadei, vice dirigente scolastico, modererà gli interventi di Ezio Righi, preside della Scuola Media del Titano, Giovanni Boccia Artieri, docente del Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche dell’Università di Urbino, Sebastiano Bastianelli, direttore del Dipartimento di Scienze Umane dell’Ateneo sammarinese, e Alessandro Cenci del gruppo di lavoro social network della Scuola Media.

Durante l’incontro, aperto al pubblico, verranno diffusi alcuni dati raccolti sui due terzi della popolazione scolastica nella fascia d'età 11 – 14 anni e si discuterà su come insegnare ai giovani il modo di confrontarsi costruttivamente con le attuali forme espressive offerte dalla rete, per proporre un nuovo modello di cittadinanza attiva e democratica che pervada anche la sfera del virtuale.