Ugo Volli

Ateneo


Profilo biografico

Laureato in Filosofia, è professore straordinario di Semiotica del testo presso l’Università di Torino, dove insegna anche Semiotica della pubblicità. All’Università di Torino è presidente del Corso di laurea specialistico in Comunicazione di massa e multimediale, direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Comunicazione, delegato del rettore per la comunicazione d’ateneo, membro del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in scienze e tecnologie della comunicazione. È anche membro della commissione comunicazione della Conferenza dei rettori delle università italiane.

Fino all’anno accademico 1999-2000 ha insegnato Filosofia del linguaggio all’Università di Bologna, dove ha tenuto anche corsi di Semiologia della moda presso il Corso di Perfezionamento per Operatori della Moda. È stato per alcuni anni professore a contratto presso il Corso di laurea in Comunicazione dell’Università IULM di Milano.

Ha tenuto corsi e conferenze in numerose istituzioni e università straniere, fra cui l’ISTA (International School of Theatre Anthropology) di Holstebro (Danimarca), la New York University e la Brown University, la Columbia University, la Haute École en Sciences Sociales di Parigi, la Universidad Nacional di Lima, la Universidad Nacional di Bogotà, le Università di Genève, Bonn, Madrid, Montpellier, Augsburg, Vienna, Zagabria, Helsinki, Sofia, Kassel.

È stato consulente di diverse istituzioni pubbliche e private, fra cui i Comuni di Milano e Bologna, la Regione Lombardia, l’Ert-Ater. Ha diretto ricerche per il CNR e vari altri enti. Ha lavorato a lungo nell’editoria libraria, fino a diventare caporedattore della varia per Bompiani e direttore di collana per Electa. È membro del comitato scientifico della rivista Vs. Quaderni di studi semiotici e collabora con numerose riviste scientifiche.

Svolge una intensa attività di pubblicistica culturale su diversi quotidiani e settimanali: innanzi tutto La Repubblica di cui è, dalla fondazione, uno dei critici teatrali, e poi L’Espresso, Panorama, Europeo, Epoca, Lo Specchio, Il Mondo, Grazia, Avvenire, Il messaggero, Il Mattino di Napoli.

Ha una ricca esperienza radiofonica e televisiva, sia con reti Rai e Fininvest che con canali locali. Ha svolto attività di consulenza, formazione e collaborazione con importanti società di diversi settori: ADN Kronos, ATM Milano, Bally, Costa Crociere, Comitato Olimpico Torino 2006, De Beers, Fininvest, Fiat, Ferrero, GFT, Gillette, Glaxo, GPF & Associati, Granarolo, IWS, Kellog, Lavazza, Mediaset, Procter & Gamble, Siemens, Telecom Italia, Unilever, Wella, Siemens, Xerox.





Pubblicazioni

Fra i suoi libri: Arte e scienza (Mazzotta, 1972), Come leggere il telegiornale (con Omar Calabrese, Laterza, 1976), La retorica delle stelle (L’Espresso,1980), Il linguaggio dell’astrologia (Bompiani, 1988), Contro la moda (Feltrinelli, 1988), La quercia del duca (Feltrinelli, 1989), Apologia del silenzio imperfetto (Feltrinelli, 1991), Jeans (Lupetti, 1992), Per il politeismo (Feltrinelli, 1992), I filosofi e il linguaggio (Esculapio, 1993), Soprannomi d’Italia (Panini, 1993), Il libro della comunicazione (Il Saggiatore, 1994), Il telegiornale: istruzioni per l’uso (con Omar Calabrese, Laterza, 1995), Hair language (Procter & Gamble, 1997), Fascino (Feltrinelli, 1997), Block modes (Lupetti, 1998), Manuale di semiotica (Laterza, 2000), Figure del desiderio (Cortina, 2002), Culti TV (Sperling & Kupfer, 2002), Semiotica della pubblicità (Laterza, 2003), Lo sguardo del turista e il racconto dei luoghi (con Rossana Bonadei per Franco Angeli, 2003) La comunicazione politica fra prima e seconda Repubblica (con Marino Livolsi, Franco Angeli 1995).Con Marino Livolsi ha curato diversi volumi collettivi sulla comunicazione politica nelle elezioni: Il televoto (Franco Angeli, 1997), Personalizzazione e distacco (Franco Angeli, 2000), L'Attesa continua (Franco Angeli, 2003).

Ha curato diversi cataloghi fra cui Nel paese della pubblicità (Castello di Rivoli/Skirà,  2003), Superstar - 99 miti del '900 (Federico Motta Editore, 2006); La fabbrica comunica (Castello di Rivoli, novembre 2006).

Insieme a Gianfranco Bettetini, Omar Calabrese, Anna Maria Lorusso, Patrizia Violi cura l'antologia di testi Semiotica (Raffaello Cortina Editore, 2005).

Fra le pubblicaizioni più recenti Rumor e pettegolezzi - L'importanza della comunicazione informale (con Marino Livolsi, Franco Angeli 2005); Laboratorio di semiotica (Laterza, 2005), Il nuovo libro della comunicazione (Il Saggiatore, 2007), Lezioni di filosofia della comunicazione (Laterza, 2008), Laterza, Roma-Bari 2008Parole in gioco (Editrice Compositori, 2009); Domande alla Torah - Semiotica e filosofia della Bibbia ebraica (L'Epos, 2012)