31.05.2021
notizia

I documenti sulla morte di Giordano Bruno in un libro dell’Università di San Marino per la casa editrice Il Mulino

Ateneo

Il testo verrà presentato venerdì 4 giugno durante una diretta radiofonica su www.usmaradio.org

Un’analisi che ridefinisce l’eco della morte di Giordano Bruno, filosofo e scrittore condannato al rogo nel 1600, caratterizza l’ultimo libro pubblicato nell’ambito della collana “Critica Storica” curata dall’Università degli Studi della Repubblica di San Mario insieme alla casa editrice Il Mulino.

Firmato da Francesca De Robertis, impegnata accademicamente nella Scuola Superiore di Studi Storici dell’Ateneo sammarinese e nell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, il testo si interroga sulla “congiura del silenzio in merito alla morte di Giordano Bruno a causa della scarsità di documenti relativi al suo rogo”. Proprio una ricognizione sulle principali 'carte' coinvolte, incluse quelle emerse dalla fine del diciannovesimo secolo, ha permesso all’autrice di “ricostruire quanto avvenne dopo la condanna del filosofo da parte del Tribunale dell’Inquisizione – si legge nell’introduzione al saggio - e dimostra che l’eco della morte di Bruno fu certamente più ampia di quel che si crede”.

Già descritto dalla testata Il Sole 24 Ore come un lavoro “particolarmente interessante”, il libro rientra fra le attività del Dipartimento di Storia dell'Università di San Marino e si intitola “I documenti sulla morte di Giordano Bruno”. Verrà presentato in diretta radiofonica su Usmaradio, emittente dell’Ateneo, alle ore 18 di venerdì 4 giugno, all'indirizzo web  www.usmaradio.org.

Oltre all'autrice, parteciperanno Caterina Ciccopiedi, assegnista di ricerca in Storia Medievale all'Università degli Studi di Torino, Alfredo Ferrara, assegnista di ricerca in Filosofia Politica all'Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, e Mario Resta, borsista in Storia del Cristianesimo e delle Chiese alla Fondazione "Michele Pellegrino", Università degli Studi di Torino.

Ultime news