Quote iscrizione

segreteria studenti

L’importo complessivo delle quote universitarie per ciascun anno di corso è pari a 2.800,00 euro ed è ripartito in tre rate:

  • prima rata: 1.200,00 euro, da versare all’atto dell’immatricolazione e comunque entro il 31 ottobre di ogni anno; 
  • seconda rata: 800,00 euro, da versare entro il 31 gennaio dell'anno successivo; 
  • terza rata: 800,00 euro, da versare entro il 30 aprile dell'anno successivo.

Il termine di scadenza per le immatricolazioni e per le iscrizioni agli anni successivi al primo è fissato al 31/10 di ciascun anno, salvo casi eccezionali debitamente comprovati.

Il bollettino freccia è, al momento, l’unica forma di pagamento ammessa. Si tratta di un bollettino speciale predisposto per la registrazione automatica del versamento; tale modalità non comporta la necessità di esibire la quietanza di pagamento alla segreteria studenti. Non è ammesso il versamento a mezzo bonifico bancario.

Il bollettino freccia può essere pagato presso tutti gli Istituti bancari e presso le Ricevitorie abilitate a pagamenti attraverso Banca ITB S.p.A.

Le rate devono essere pagate entro i termini stabiliti: la conoscenza della scadenza e la stampa del bollettino attraverso lo sportello on-line sono affidate alla cura degli interessati.

Laddove i termini di scadenza coincidano con la giornata del sabato, della domenica o di giorni festivi, essi vengono automaticamente posticipati alla mezzanotte del primo giorno lavorativo successivo. 

Sono necessari, in media, 15 giorni perché il pagamento, una volta effettuato, venga registrato in Segreteria Studenti: prima di questo periodo lo studente non risulta “in regola con le tasse”; quindi, nel caso in cui abbia necessità di risultare in regola con i pagamenti (ad esempio, per ottenere un certificato o per iscriversi a un esame) deve fare in modo di versare le tasse con adeguato anticipo.
Si ricorda infatti che la regolarità amministrativa rimane sospesa fino al riscontro automatico del pagamento attraverso il circuito bancario (riscontro che, per quanto celere, non è immediato).

Gli studenti non in regola con i pagamenti delle rate non potranno essere iscritti al successivo anno di corso, ottenere qualsiasi certificato di iscrizione, la registrazione degli esami, il trasferimento ad altra Università. Lo studente in difetto di pagamento delle tasse non può compiere alcun atto di carriera universitaria, pertanto non può sostenere esami di profitto e/o di laurea.

Per potersi laureare in una sessione di un anno accademico è necessario essere regolarmente iscritti, ciò implica il pagamento dell’intero importo delle tasse universitarie e di eventuali more entro la data di presentazione della domanda di laurea.
Le medesime condizioni valgono anche per gli studenti fuori corso.

rimborsi tasse

È consentito il rimborso TOTALE solo a coloro che ripetono erroneamente lo stesso pagamento (delibera CdU del 08.03.2016).

È consentito il rimborso PARZIALE (50%) della prima rata di immatricolazione agli studenti che versano l'importo ma non formalizzano l'iscrizione al primo anno con la consegna della documentazione richiesta alla Segreteria Studenti e a coloro che, enntro i termini repvisti per le immatricolazioni ai cdl magistrali, non conseguano i titoli di laurea triennali.

È altresì consentita la restituzione nel caso in cui lo studente fuori corso versi una o più rate ma poi riesca a laurearsi entro l'ultima sessione utile dell'anno accademico di riferimento.

La richiesta di rimborso, motivata (descrizione della motivazione) e documentata, cioè allegando la ricevuta del pagamento dell'importo oggetto di richiesta di rimborso, va presentata al Rettore per il tramite della Segreteria Studenti, entro 30 gg. dalla data di pagamento.