insegnamenti

Recupero e conservazione degli edifici


Esami a scelta Laurea Triennale


Orario di ricevimento


Si riceve per appuntamento concordato tramite posta elettronica


Profilo biografico

L’architetto Marco Musmeci si è laureato con una tesi su “Palazzo Maschi-Marcheselli-Lettimi in Rimini” con il massimo dei voti e pubblicazione della tesi, presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze; ha poi conseguito la specializzazione in Restauro dei Monumenti all’Università degli Studi di Genova e il Diploma post-laurea di Catalogatore di Beni Culturali.

Tra il 1989 e il 1990 è stato tra i primi italiani a svolgere il Programma Erasmus che gli ha permesso di studiare al RWTH Aachen (Politecnico di Aquisgrana) in Germania.

È stato docente a contratto di “Composizione architettonica” presso la Facoltà di Ingegneria edile dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e docente di “Recupero e conservazione degli edifici” presso la Facoltà di Ingegneria civile dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino; in quest’ultima Università, dall’anno accademico 2017-2018, è docente del “Laboratorio di Progettazione” al Corso di Laurea triennale di Costruzioni e Gestione del Territorio. È stato relatore di tesi di laurea presso la Facoltà di Ingegneria Civile dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e correlatore di tesi all’Alma Mater Studiorum-Università degli Studi di Bologna alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali e alla Facoltà d’Ingegneria edile, inoltre alla Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze.

Tra il 2000 e il 2001 ha lavorato in Yemen quale responsabile per i monumenti e le città dell’Hadramaut per il progetto della Banca Mondiale di censimento dei siti culturali prioritari.

Dal 2011 è funzionario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presso la Soprintendenza di Ravenna, ora “Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini”, dove attualmente ricopre i ruoli di:

  • Responsabile Area funzionale per il Patrimonio Demoetnoantropologico della Romagna;
  • Responsabile dei monumenti e del paesaggio di 14 comuni del Cesenate (Valle del Savio e Valle del Rubicone e Mare) ed inoltre per Palazzo Maschi-Marcheselli-Lettimi in Rimini (quest’ultimo incarico fino all’08.11.2018);
  • Responsabile del Servizio Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane;
  • Responsabile dell’Ufficio Catalogo;
  • Responsabile delle Relazioni con la Repubblica di San Marino;
  • È stato inoltre organizzatore delle Giornate Europee del Patrimonio e di numerose altre iniziative culturali, tutor del Programma “500 giovani per la cultura”, tutor di tirocini formativi universitari e inoltre, membro delle squadre d’intervento post-sisma Emilia 2012 e coordinatore di gruppi di lavoro.

In precedenza ha lavorato presso il Comune di Rimini, la Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna, l’I.B.C. Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna (con incarichi per le campagne di catalogazione dei contenitori storici, degli ospedali “Progetto europeo Paphe”, delle ville “Progetto europeo Villas”), la Diocesi di Rimini, il Servizio Tecnico di Bacino di Parma (ex Genio civile) della Regione Emilia-Romagna, l’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna (Direzione Generale e Cerimoniale).

Ha scritto numerose pubblicazioni sui temi di Storia, dell’Arte e del Design (Il Ponte, PR_Oggetti, Assemblea E-R), tra le quali recentemente due volumi sull’architettura contemporanea per Hachette-Il Sole 24 Ore, dedicati a “Vienna” e a “Basilea”.

Ha partecipato a numerosi convegni sia di ambito locale che internazionali dove ha proposto delle sue ricerche originali (Villas, Templum Mirabile, Scienza e Beni Culturali, Studi Romagnoli, Ravenna Musiva).

Tra il 1996 e il 1997 ha tenuto su Radio Icaro la rubrica “Labirinto d’Arte, percorso tra mostre e musei”. Nel 2016 ha collaborato alla realizzazione del documentario “Terra del Sole e la Romagna toscana” all’interno della serie televisiva “Italie invisibili” di SKY Arte HD.

Ha tenuto conferenze e lezioni universitarie sui temi della Storia dell’Architettura, della Storia dell’Arte e della Museografia, alcune delle quali hanno ottenuto il patrocinio culturale dell’Ambasciata della Repubblica Austriaca, dell’Ambasciata del Regno di Spagna, dell’Ambasciata del Regno di Svezia; nel 2014 e nel 2017 è stato invitato presso il Forum Austriaco di Cultura dell’Ambasciata d’Austria in Italia per due conferenze sull’architettura contemporanea viennese. All’interno delle iniziative delle Giornate Europee del Patrimonio del 2012 ha realizzato per il 90° Anniversario del Comune di Riccione, presso la Galleria d’Arte moderna e contemporanea Villa Franceschi, l’esposizione “Un sogno tra i pini di Riccione. Il progetto non realizzato per una villa di Mario Cavallé”.

Ai suoi studi si devono molte innovazioni (Palazzo Maschi - Marcheselli - Lettimi) e alcune attribuzioni artistiche come quelle per gli affreschi Francesco Battaglini nel Tempio Malatestiano di Rimini e per il ciclo nella Chiesa di San Lorenzo a Bascio di Pennabilli e alcuni dipinti del Museo delle Grazie (poi esposti nella mostra curata a Morciano di Romagna nel 2000 “Racconti celati. Testimonianze di spiritualità ed arte al Museo delle Grazie di Rimini”).

Per le sue ricerche ha ricevuto alcuni riconoscimenti, tra i quali nel 1998, la Borsa di studio “dr. Aldo Gaspari” e nel 2014, il Premio speciale “Ing. Elios Speroni” della Banca Popolare Valconca.

Dal 2004 è membro di ICOM Italia - International Council of Museums e l’8 maggio 2016 è stato nominato Direttore del Museo di Saludecio e del Beato Amato (dedicato a Santo Amato Ronconi da Saludecio), dove ha realizzato numerose iniziative culturali e gemellaggi con altri musei che nel 2018, gli hanno valso il meritorio riconoscimento per l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale dalla Commissione Europea.

Con atti del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale del 29.08.2018 del 25.10.2018 è stato nominato Ausiliario tecnico della Polizia Giudiziaria (art. 348 del Codice di Procedura Penale).

Con atto della Prefettura di Forlì-Cesena del 31.10.2018, è stato nominato Rappresentante unico delle Amministrazioni periferiche dello Stato per specifici procedimenti amministrativi.

Alle Elezioni Amministrative Comunali del 26 maggio 2019 è stato eletto Consigliere Comunale per il Comune di Montegridolfo (Provincia di Rimini) dove è stato chiamato a ricoprire la carica di Assessore alla Cultura, Turismo e Comunicazione.

Aree di interesse

Storia dell’Architettura, Storia delle Città e del Territorio, Storia dell’Arte, Museografia, Design, Restauro architettonico, Tutela dei Monumenti e del Paesaggio, Recupero della Memoria dei luoghi; Composizione e Progettazione architettonica.

Pubblicazioni

Una dimora patrizia del XVI secolo a Rimini. Palazzo Maschi Marcheselli Lettimi, Il Ponte vecchio, Cesena (FC) 1997;

Architettura del Cinquecento in Romagna ( e schede per opere d’arte), in Carlo Pedretti (a cura di), Leonardo, Machiavelli, Cesare Borgia. Arte, storia e scienza in Romagna (1500–1503), De Luca editori, Roma 2003;

Esempi artistici minori del Malatestiano, in Templum Mirabile (atti del convegno internazionale sul Tempio Malatestiano) a cura di Marco Musmeci, Rimini 2003;

Il Catalogo dei  Beni architettonici del Comune di San Giovanni in Marignano, San Giovanni in Marignano (RN) 2004;

Architettura del Novecento lungo il litorale romagnolo. Interventi di conservazione e recupero delle colonie marine, in atti del XX Convegno Internazionale Scienza e Beni Culturali, Architettura e materiali del Novecento, Bressanone (BZ) 2004;

Il ruolo delle pavimentazioni nei centri storici minori: San Giovanni in Marignano, granaio dei Malatesti, in atti del XXII Convegno internazionale Scienza e Beni Culturali, Pavimentazioni storiche: uso e conservazione, Bressanone (BZ) 2006;

La cornice delle leggi, guida alle opere d’arte dell’Assemblea Legislativa, Bologna 2010.

Dal 1993 al 2005, numerosi articoli di storia, arte, architettura, sul settimanale Il Ponte, Rimini;

Nel 2007, articoli su musei e design sul periodico specializzato PR_Oggetti, Milano;

Nel periodo 2008–2009, articoli sull’architettura e sul design sul mensile Assemblea E–R, Bologna.