img_logo_CRRI

Il Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali (CRRI) si occupa delle attività di ricerca e didattica concernenti le relazioni internazionali quale campo del sapere interdisciplinare e d’azione sociale (Legge 25 aprile 2017, art. 2-18). Cura, inoltre, le relazioni esterne e gli affari internazionali dell'Università È stato istituito il 23 luglio 2015 (Decreto Rettorale 20/2015). Il 22 giugno 2018 ha vinto, per la prima volta nella storia di San Marino e dell’Unione Europea, un bando Europeo Erasmus Plus finanziato dalla Commissione Europea e assegnato al Progetto C2ESS realizzato dal CRRI insieme ad altre sette università europee nel campo dell’innovazione. 

Il processo che in questo secolo conduce San Marino a una diversa collocazione internazionale, specialmente nel contesto europeo, è cruciale e di elevata complessità. Questo processo, di portata storica, ha un impatto forse ineguagliabile sulla vita dei sammarinesi, a prescindere dai dati formali. Per questo motivo nel gennaio 2015 il Consiglio Grande e Generale ha deliberato di verificare “la possibilità di creare, in collaborazione con l’Università degli Studi, un Centro Studi Permanente”. In seguito, il Congresso di Stato ha indicato come necessario “individuare, tramite la realtà universitaria, apposite iniziative” per affrontare l’impegno urgente e crescente nelle relazioni internazionali.

Il Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali (CRRI) concretizza questi obiettivi. Ha lo scopo di produrre nel campo della ricerca e della formazione un’equipe sammarinese destinata a sostenere questo impegno nel lungo periodo, con la collaborazione di esperti e studiosi.
Il Centro ha struttura flessibile, multidisciplinare e interdipartimentale, diretta da un responsabile scientifico sammarinese. La sua istituzione è un punto di coordinamento per coloro che, in territorio o all’estero, sono impegnati a studiare le relazioni esterne di San Marino, specialmente nel contesto europeo, o dotati di conoscenze utili per contribuire ad un lavoro di studio e ricerca sulle relazioni internazionali.
È un dato di fatto che la sovranità sammarinese debba essere costantemente compresa e reinterpretata nel suo significato attuale. Ciò concerne un impegno per il quale il Centro si pone a servizio.

Il CRRI s’indirizza perciò, compatibilmente con le risorse disponibili, a svolgere in particolare quattro funzioni principali in ambiti correlati bensì distinguibili:

I. Ricerca scientifica
II. Formazione e didattica
III. Elaborazione e analisi
IV. Progetti internazionali ed europei

Il CRRI, primo nel suo genere, ha sede presso le strutture dell’Ateneo sammarinese ed è aperto alla collaborazione esterna con enti e istituzioni aventi comune finalità nella comprensione delle relazioni internazionali e nello sviluppo del sapere internazionalistico.
Le attività formative del CRRI consentono il riconoscimento di crediti formativi universitari (CFU) presso le università italiane.