11.11.2018
notizia

L'Università di San Marino a Pescara per presentare una ricerca sui legami fra il livello di istruzione e la salute, ma non solo

Ateneo

Il docente Pietro Renzi al convegno “Valutazione, controllo e scenari del rischio: il ruolo della statistica”

Un'analisi accademica nella quale emerge, fra le altre cose, che nella regione Marche sono presenti disparità in termini di salute legate al reddito e all'educazione: chi ha un livello di istruzione più elevato, per esempio, vive più a lungo e ha meno problemi fisici. È quanto illustrato  dall'Università degli Studi della Repubblica di San Marino il 13 settembre scorso a Pescara nell'ambito del convegno “Valutazione, controllo e scenari del rischio: il ruolo della statistica”, organizzato dall'Università G. D'Annunzio e dall'Associazione per la Statistica Applicata. Lo studio è stato presentato dal docente sammarinese Pietro Renzi, autore dell'analisi insieme ai colleghi Alberto Franci e Alberto Dormio, direttore del corso di laurea in Ingegneria Gestionale dell'Ateneo sammarinese.

Al centro dell'iniziativa di Pescara, di rilievo nazionale, le nuove tecniche statistiche e i modelli per l'analisi del rischio in ambito alimentare, socio-sanitario, economico e ambientale. Fra le tematiche approfondite, oltre a quelle legate al settore socio-sanitario, erano presenti la valutazione della qualità di alimenti e bevande, la contraffazione di prodotti alimentari e di vini di marca, i rischi per la sicurezza, le previsioni del crimine e del terrorismo.

ConvegnoPescara_img00

"Ponte del mare" - Pescara - Italy (fonte Wikipedia)

Ultime news