25.11.2018
notizia

Martedì la Lectio Magistralis di Ossola all'Università di San Marino: “Dove risiede la porzione ‘non vincolata’, non calcolabile, del mio agire?”

Ateneo

Intervista all'accademico del Collège de France in vista della cerimonia di inaugurazione dell'Anno Accademico 2018 - 19

Con la Lectio Magistralis dal titolo “Le libertà dell’improbabile” il filologo e critico letterario Carlo Maria Ossola sarà protagonista della cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2018 - 19 dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. In vista dell’appuntamento, in programma alle ore 15:30 di martedì 27 novembre al Centro Congressi Kursaal, il docente di Letterature moderne dell’Europa neolatina al Collège de France di Parigi offre una breve anticipazione sul suo contributo. 

Professor Ossola, di cosa parlerà nella sua Lectio Magistralis?
Il probabile è sempre più calcolabile. L’ordine dei parametri che condizionano il nostro agire sempre più normato. La domanda che si pone per ciascun individuo e cittadino è primariamente: ove risiede la porzione ‘non vincolata’, non calcolabile, del mio agire? La lezione affronta i tratti essenziali dei caratteri storici dell’improbabile, per trarre qualche ipotesi sul presente della vita associata. 

Come ha accolto l'invito dell'Ateneo?
La proposta del Rettore Corrado Petrocelli mi onora profondamente e mi impegna; la prolusione è, letteralmente, “esercizio preparatorio” allo svolgimento dell’Anno Accademico. Occorre dunque che, per rimanere fedele alla propria funzione, essa possa davvero preparare all’inizio dei corsi. L’intento, e il cimento, della prova è che l’argomento scelto e l'esposizione che seguirà siano davvero propedeutici: non già una praeparatio sophistica, ma un exercitium probitatis.

Intervista a Carlo Ossola _ img 01

Ultime news