Francesco Diamanti

Ateneo

Francesco Diamanti

Docente a contratto

International Security Studies

ms.msrinu@itnamaid.ocsecnarf

0549 885 487

Sito web non disponibile

Curriculum vitæ


Profilo biografico

Francesco Diamanti è abilitato professore associato di diritto penale con votazione unanime della commissione (IUS-17 – ASN 2020). È attualmente professore a contratto di diritto penale del lavoro presso il medesimo Dipartimento e di diritto penale della sicurezza agroalimentare presso il Dipartimento di Scienze della Vita della medesima Università.

Si laurea in giurisprudenza nel luglio 2012 e nel marzo 2016 ottiene il titolo di Dottore di Ricerca presso la Scuola di Dottorato in Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia discutendo una tesi dal titolo: “Offensività, ambiente e diritto penale. Il caso dell’inquinamento atmosferico”.

Sempre nell’anno 2016 (15 settembre 2016 -15 settembre 2017) risulta vincitore di un assegno di ricerca – decreto prot. nr. 105140 Rep. nr. 565/2016 – presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, nel progetto “Profili de lege lata e de lege ferenda della tutela penale della sicurezza agro-alimentare, con particolare riferimento all’interazione tra l’Edible Packaging e alimento” - nel medesimo anno diventa professore a contratto in Diritto penale del Lavoro presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia e svolge il corso di Introduction to Italian Law System con modalità MOOC.

Nel marzo 2018 vince un secondo Assegno di Ricerca di dodici mesi per un progetto finanziato dall’Ufficio Europeo Antifrode dal titolo «Europe Against Cyber VAT Frauds».

Nel maggio 2018 vince un terzo Assegno di Ricerca di dodici mesi presso l’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Giurisprudenza, in un progetto finanziato dalla Commissione Europea Justice - CONFISCEU.

Nel luglio 2019 vince un quarto Assegno di Ricerca di dodici mesi presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Giurisprudenza, in un progetto finanziato dalla Commissione Europea Justice – FIGHTER, che termina il 15 luglio 2020.

È Membro del Centro Studi Giuridici Europei sulla Grande Criminalità (UniFe) e socio della Association Internationale de Droit Pénal (AIDP).

Aree di interesse

Tra i temi d’interesse scientifico (parte generale): teoria del reato, le singole scriminanti, l’antigiuridicità (categoria), l’eccesso colposo, le scriminanti putative, la colpevolezza (categoria), le cause di non punibilità in senso stretto, il dolo e la colpa, il concorso di persone nel reato, le circostanze del reato, il tentativo di delitto, la recidiva, i principi (offensività, colpevolezza e personalità della responsabilità penale), le confische. Quanto alla parte speciale e al diritto penale complementare, si occupa di reati contro la salute pubblica, con particolare attenzione per il diritto penale della sicurezza sul lavoro e il diritto penale della sicurezza agroalimentare. 

Pubblicazioni

Ha svolto come relatore convegni scientifici in Italia, Inghilterra, Romania e Spagna, è autore di diverse pubblicazioni (articoli, note a sentenza e capitoli di libro) e ha effettuato numerose esperienze di studio e ricerca all’estero, soprattutto in Germania presso il Max Planck Institut für ausländisches und internationales Strafrecht di Friburgo in Brisgovia e presso l’Università di Londra (IALS - Institute of Advanced Legal Studies), sempre come Visiting Scientist. Dall’a.a. 2017/2018 a oggi è stato relatore di più 15 tesi di laurea magistrale in giurisprudenza.