UNIRSMNews Giovedì la presentazione della ricerca dell’Università di San Marino sull’opinione pubblica e l’Europa: “Riguarda un evento epocale”

Giovedì la presentazione della ricerca dell’Università di San Marino sull’opinione pubblica e l’Europa: “Riguarda un evento epocale”

Chiaruzzi: “Uno studio mai compiuto prima, che colma un vuoto di conoscenza”

“Una ricerca basata su una straordinaria mole di dati, realizzata per capire cosa pensano i sammarinesi dell’Europa e dell’accordo di associazione fra il Titano e l’UE”. Questa, nelle parole del direttore del Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, Michele Chiaruzzi, l’indagine scientifica “L’Europa e noi – l’opinione pubblica sammarinese verso l’Unione Europea”, che verrà presentata giovedì 14 dicembre alle ore 20:30 nella Sala Montelupo di Domagnano.

Un’occasione, aperta al pubblico, per un’analisi approfondita dei principali sentimenti diffusi fra la popolazione rispetto al percorso di integrazione che sta attualmente impegnando il Titano: “L’accordo di associazione – spiega Chiaruzzi – è considerato da più parti un evento epocale e proprio per questo il nostro Centro di Ricerca, in collaborazione con il Fondo Servizi Sociali Sezione Industria e l’Ufficio Informatica, Tecnologia, Dati e Statistica, ha svolto uno studio mai compiuto prima che colma un vuoto di conoscenza”.

Di qui un’iniziativa che intende fornire informazioni e strumenti utili per capire meglio presente, passato e futuro: “Abbiamo studiato l’opinione pubblica perché è un nerbo della democrazia”, precisa ancora il direttore del Centro di Ricerca descrivendo la vocazione del progetto. “Nasce dal dibattito su un tema d’interesse generale e presuppone una società civile distinguibile dallo Stato, libera e articolata, che consente la formazione di opinioni e che si interessa nei confronti della gestione degli affari pubblici, anche se non svolge un’immediata attività politica. Conoscere l’opinione pubblica – conclude Chiaruzzi – è essenziale per riconoscerne la funzione di consentire a tutti i cittadini un’attiva partecipazione politica, tramite la discussione e la manifestazione razionale di libere opinioni su questioni d’interesse comune. La serata del 14 dicembre valorizza questa partecipazione, offrendo a tutti una possibilità d’ascolto e confronto riflessivo”.

La ricerca, che si basa su oltre 1.500 questionari, riporta fra le altre cose l’orientamento di voto rispetto a un eventuale referendum sull’adesione del Titano all’UE. L’ingresso è libero. Maggiori informazioni sul sito www.unirsm.sm, nella sezione “eventi”.